MARCHIO_WEB_NAPOLINELCINEMA
19/07/2019, 20:23

social world film festival,vico equense,stefano accorsi,abel ferrara,napoli nel cinema,amica geniale,la casa di carta



IX-Social-World-Film-Festival-dal-27-luglio-al-4-agosto-a-Vico-Equense
IX-Social-World-Film-Festival-dal-27-luglio-al-4-agosto-a-Vico-Equense
IX-Social-World-Film-Festival-dal-27-luglio-al-4-agosto-a-Vico-Equense
IX-Social-World-Film-Festival-dal-27-luglio-al-4-agosto-a-Vico-Equense


 Edizione dedicata a Vittorio De Sica; 500 opere selezionate, ospiti Abel Ferrara, Stefano Accorsi e tanti altri; Omaggi a Franco Zeffirelli, Bernardo Bertolucci e Ugo Gregoretti



Social World Film Festival 2019:

500 opere selezionate,ospiti Stefano Accorsi, Abel Ferrara el’ispettrice della "Casa di Carta"


La Mostra Internazionale del Cinema Sociale a Vico Equensedal 27 luglio al 4 agostoAttesi Monica Guerritore, Lorenzo Richelmy, Ivana Lotito,Valentina RomaniFocus sulle serie tv "L’Amica Geniale", "Gomorra", "Lacompagnia del cigno"Vittorio De Sica campeggia sulla locandina: retrospettiva,incontri e mostra fotograficaOmaggi a Franco Zeffirelli, Bernardo Bertolucci e UgoGregoretti 


Previste 126proiezioni tra lungometraggi, documentari, cortometraggi e opere audiovisiveper 3mila minuti di programmazione 

Attenzioneai nuovi linguaggi tra realtà virtuale, opere realizzate in verticale e grazieall’ausilio degli smartphone 

Workshop,seminari, incontri, masterclass, contestGrandisuccessi in piazza: "Dumbo", "Aladdin", "A star is born"


Prenderà il via il 27 luglio la nona edizione del Social World Film Festival di Vico Equense, la Mostra Internazionale del CinemaSociale che trasforma la città della Penisola Sorrentina nella capitale delcinema impegnato, quello che fa riflettere.


Una edizione 2019 segnata dallanetta apertura ai riflettori internazionali potendo contare su un registaamericano come presidente di giuria, Abel Ferrara, una super ospite direttamente dalla "Casa di Carta" di Netflix, Itziar Ituno, e un padrino di fama mondiale, Stefano Accorsi. Fino al 4 agosto a Vico Equense saranno protagoniste 500 opere tra lungometraggi, documentari,cortometraggi e opere audiovisive in concorso e fuori concorso in 17 sezioni, con una spiccata attenzione ai nuovilinguaggi come le opere delle sezioni in virtual reality, in verticale erealizzate con gli smartphone.


Opere, di cui 72 in anteprima, che provengono da 60 diverse nazioni dei cinque continenti, per un totale di ben 126 proiezioni che offrono 3mila minuti di programmazione dalle 20 del mattino fino a tarda notte. «Siamo sempre alla ricerca dei miglioritalenti cinematografici in circolazione nel mondo - così il regista eproduttore Giuseppe Alessio Nuzzo, direttore generale del festival - con il focus principalesul cinema socialmente impegnato, che fa riflettere e magari educa». Sullalocandina campeggia Vittorio De Sica, mito del cinema molto legato allaPenisola Sorrentina.


Verrà ricordato con una retrospettiva, incontri e una mostra fotografica. «De Sica amavaquesti luoghi - così Andrea Buonocore, sindaco di Vico Equense - si è sempredichiarato affascinato da questo litorale. A lui verrà dedicata una sala delMuseo del Cinema di Vico Equense». E poi spazio agli omaggi ai registi Franco Zeffirelli, Bernardo Bertolucci e UgoGregoretti (già presidente di giuria al festival nel 2013) recentementescomparsi.  


Il festival, definito il più emozionante al mondo da Claudia Cardinale, presidente onorario dal 2017, avrà come tema "Viaggio: esplorazione, itinerario, evasione". «Dedicheremo un focus all’immigrazione, il viaggiointeso anche come speranza - così il regista e produttore Nuzzo - affinché ilpubblico del social possa confrontarsi sui temi di scottante attualità».  


Ilprogramma: ospiti, proiezioni, premi

Aspettando il "Social World Film Festival" sabato 27 luglio con la GrandeOrchestra Italiana di Fiati con 65 elementi, un medley di colonne sonore chehanno fatto la storia del cinema.


Galà d’apertura domenica 28 luglio conil padrino Stefano Accorsi e laproiezione del film "Camorra" alla presenza del regista Francesco Patierno. Attesi anche Monica Guerritore, Ivana Lotito, Valentina Romani, Ester Gatta e ItziarItuno, l’ispettrice della "Casa diCarta" serie televisiva da record firmata Netflix che pubblicherà dal 19 luglio la terza stagione.


 Lunedì 29 luglio focussu "L’Amica Geniale", serie tvfirmata Hbo e Rai, alla presenza del cast: ci saranno Elisa Del Genio, Dora Romano, Valentina Acca, Elvis Esposito, AntonioBuonanno, Giovanni Amura, Eduardo Scarpetta, Giovanni Buselli, Anna Rita Vitoloe Gennaro De Stefano. Durante la serata verrà premiato Lorenzo Richelmy come attore rivelazione dell’anno per aver recitato nei film "Ride" diJacopo Rondinelli, "Una vita spericolata" di Marco Ponti e "Dolceroma" di FabioResinaro. 


Evento speciale Venezia 76 martedì 30 luglio conCristina Donadio protagonista del film breve "La scelta" di Giuseppe Alessio Nuzzo selezionato nel "ConcorsoGiovani Autori Italiani" della Siae, epoi l’incontro con Anastasio, rapper reduce dalla vittoria di XFactor su Sky. 


Mercoledì 31 luglio sarà il turno del cast della "Compagnia del cigno", serie tv di Rai1firmata da Ivan Cotroneo: saliranno sul palco Emanuele Misuraca, Hildegard De Stefano e Chiara Pia Aurora. Ospiti ClaudioGiovannesi e Simona Tabasco chericeveranno rispettivamente il premio come regista dell’anno per aver vintol’Orso d’Oro a Berlino con "La paranza dei bambini", che verrà proiettatodurante la serata, e attrice rivelazione dell’anno.


 Giovedì 1 agosto si tornerà a parlare dell’Amica Geniale conl’attrice Ludovica Nasti, e verrà conferimento del premio allamusica sociale "Paolo Serretiello" ai Bowland. 


Premio alla carriera a Corinne Clery venerdì 2 agosto, saluteranno il pubblico anche Gina Amarante, Luciano Giuliano e Gianni Parisi protagonisti dell’ultimastagione di "Gomorra - La serie".


Gran galà di premiazione sabato 3 agosto con sfilata sul red carpet degli autori in concorsoe delle giurie, sarà presente il regista americano Abel Ferrara. 


Tutte le sere, inoltre, verranno proiettati sulmaxischermo in 2k e audio Dolby Sorround i film più premiati della stagionecome "Aladdin", "A star is born","Dumbo" inarena Loren - piazzale Giancarlo Siani, mentre nel secondo schermo dell’ArenaMagnani - Chiostro della SS. Trinità e Paradiso la selezione Focus con le piùimportanti opere nel Mezzogiorno come "IlVizio Della Speranza" di Edoardo De Angelis, "Un giorno all’improvviso" di Ciro D’Emilio, "La Sera Della Prima" di Loretta Cavallaro, "Dei" di Cosimo Terlizzi, "Edè subito sera" di Claudio Insegno.  


Monumento, Museo, Mercato europeo del cinema giovane e tour mondiale

Il Social World Film Festival è l’unico festivaldel cinema in Italia ad essere promotore di un Mercato, un Museo e un Monumentoal cinema. Gli ospiti d’onore firmeranno il Wall of Fame, monumento al cinema chevede già gli autografi in bronzo di ClaudiaCardinale, Giancarlo Giannini, Ornella Muti, Luis Bacalov, Michele Placido,Stefania Sandrelli, Katherine Kelly Lang, Valeria Golino, Leo Gullotta, FrancoNero, Maria Grazia Cucinotta.


Nel 2014 fu inaugurato il Museodel Cinema del territorio e della Penisola Sorrentina: due sale dell’anticopalazzo comunale di Vico Equense raccolgono documenti, testimonianzefotografiche, reperti video di tutta la cinematografia girata in questimeravigliosi luoghi.Torna per il quarto anno consecutivo il Mercato europeo del cinema giovane, YoungFilm Market, che darà spazio e forma ad opere indipendenti di giovaniautori.


Dal 1 al 3 agosto si parlerà della ricerca delle location in Campaniacon la Film Commission Regione Campania, delle autodistribuzioni dilungomentraggi indipendenti, e un focus dedicato alla Cina con i rappresentantidi Hengdian Group, uno dei dieci gruppi privati cinesi più importanti del Paesefondatore degli Hengdian World Studios, gli studios più grandi del mondo.Il Mercato, inoltre, vedrà importanti professionistidell’industria cinematografica, produttori, distributori e registi provenientida vari paesi, incontrarsi per discutere sulle novità del cinema giovaneindipendente.


La città costiera si trasformerà in salotto dell’industriacinematografica: dibattiti, conferenze,incontri e video library digitale per offrire on demand centinaia dititoli, tra cortometraggi, documentari, lungometraggi e opere audiovisiveindipendenti.


Inoltre, la partecipazione garantisce la possibilità che le operesiano selezionate per la proiezione nei tantissimi eventi internazionaliorganizzati dal Social World Film Festival, che in soli otto anni hanno coinvolto i cinque continenti per 40 eventi in28 città tra cui Los Angeles, Hong Kong, Shanghai, New York, Seoul, Berlino,Barcellona, Cannes, Parigi, Istanbul, San Francisco, Tokyo, Londra, Lisbona,Sydney, Tunisi, Rio de Janeiro, Budapest. 


Premio Rai Cinema Channel, nuove sezioni e focus sull’ambiente

Prosegue la collaborazione con Rai Cinema Channel che metterà adisposizione un premio in denaro di 3mila euro per l’acquisto dei diritti di uncortometraggio. Inoltre le 12 opere selezionate nella "Città delcortometraggio" avranno la grande opportunità di essere visibili sul canale webdi Rai Cinema. 


Quest’anno la kermesse ospiterà nuove sezionicome "Vision Vr", sulla realtàvirtuale, che verrà votata dal pubblico in piazza attraverso la visioneattraverso speciali visori; "Mobile", votatada una street giury che vedrà leopere direttamente da uno smartphone; "Vertical",non competitiva di opere in formato 9:16.Il Social World Film Festival guardaall’ambiente grazie a Sabox - Formaperta che trasforma il macero della città diVico Equense, leader in raccolta differenziata, in suppellettili einstallazioni di cartone che abbelliranno i luoghi del festival, giàcertificata in passato come ecologicamente sostenibile.  


Workshop, contest, seminari, giurie, masterclass di recitazione e regiacinema

Le attività del festival iniziano già dalleprime ore del giorno con numerose attività che daranno spazio e voce a migliaiadi giovani tra i quali i workshopgratuiti per la realizzazione di corti durante il festival, di giornalismo,videomaking e photoreport, movimento del corpo, attività col maestro d’armi,sull’utilizzo della voce, il seminariosui costumi da cinema, il concorso SocialPhoto Contest, e masterclass di recitazionecon Stefano Accorsi e regia cinematografica con Abel Ferrara, dedicate a giovani dai18 ai 35 anni di età. Daranno colore alle giornate del festival centinaia di giurati che gireranno incittà tra giovani, adulti e diversamente abili (peculiarità assoluta dellarassegna).



19/07/2019, 10:47

luciano de crescenzo,cosi parlo de crescenzo,bellavista,filosofo,napoli,renzo arbore,isabella rossellini,bud spencer



"Così-parlò-De-Crescenzo"-più-che-un-documentario...il-racconto-di-una-vita-straordinaria
"Così-parlò-De-Crescenzo"-più-che-un-documentario...il-racconto-di-una-vita-straordinaria
"Così-parlò-De-Crescenzo"-più-che-un-documentario...il-racconto-di-una-vita-straordinaria
"Così-parlò-De-Crescenzo"-più-che-un-documentario...il-racconto-di-una-vita-straordinaria
"Così-parlò-De-Crescenzo"-più-che-un-documentario...il-racconto-di-una-vita-straordinaria


 Grazie al canale You tube "Film&Clips" il documentario di Antonio Napoli e Serena Corvaglia su Luciano De Crescenzo è ora disponibile in visione gratuita




Ieri, 18 luglio 2019, ci ha lasciato Luciano De Crescenzo, uno degli intellettuali più popolari dagli anni ’80 in poi, un filosofo napoletano innamorato della propria città. Nel 2017 gli è stato dedicato un documentario, "Così parlò De Crescenzo". L’opera di Antonio Napoli e Serena Corvaglia, prodotto dalla Bunker Hill e ora disponibile in visione gratuita grazie al canale You Tube "Film&Clips" di Minerva Pictures, non è un semplice omaggio ad un uomo straordinario, ma un tentativo di raccontare il suo "mestiere, la vita" attraverso la sua voce e le sue riflessioni, i ricordi e le testimonianze di chi gli vuole bene, di chi lo ha amato, di chi ha lavorato con lui, di chi ci è andato a scuola insieme.


Ingegnere, scrittore, sceneggiatore, attore e regista Luciano De Crescenzo ha pubblicato 47 libri (forse anche più di 50) tradotti in 19 lingue e diffusi in 25 paesi per un totale di oltre 20 milioni di copie vendute.


Ha realizzato 4 film come regista, 7 come sceneggiatore, 8 come attore e ha condotto 7 programmi televisivi, ha collaborato con varie testate giornalistiche e nel 1994 gli è stata conferita la cittadinanza onoraria di Atene.


Nato a Napoli, Luciano De Crescenzo, dopo aver studiato e lavorato 20 anni come ingegnere alla IBM, ha iniziato la sua carriera come scrittore e divulgatore di successo della filosofia e mitologia greca.


Nella sua vita straordinaria Luciano è stato anche fotografo, sceneggiatore, regista, attore, vignettista, presentatore televisivo. Tra il presente e il passato "Così Parlò De Crescenzo" trasporta lo spettatore lungo un viaggio alla scoperta di un grande uomo contemporaneo, grande compagno di avventure di Renzo Arbore, amico di Federico Fellini, spesso chiacchierato per i suoi flirt con bellissime donne... ma che non ha mai smesso di pensare al suo più grande amore, l’attrice Isabella Rossellini.


Attraverso la sua vita, i suoi libri, i suoi film, Luciano De Crescenzo è riuscito a trasmettere con emozione tutta la potenza delle preziose qualità che più lo contraddistinguono: semplicità, ironia e un’infinita gioia di vivere.

 


Così Parlò De Crescenzo

un documentario di Antonio Napoli e Serena Corvaglia

diretto da Antonio Napoli

prodotto da Bunker Hill

produttore associato Paola De Crescenzo


con Renzo Arbore - Isabella Rossellini - Marisa Laurito - Marina Confalone - Bud Spencer - Benedetto Casillo - Renato Scarpa - Lina Wertmuller


"In IBM è molto importante il grado di ogni persona. Io sono diventato al massimo direttore di primo livello, e avevo come segno di riconoscimento, una caraffa per bere l’acqua e due bicchieri.

Il mio capo invece nel suo ufficio, aveva una caraffa e quattro bicchieri.

Il capo del mio capo, che era il direttore di tutto il distretto aveva una caraffa e sei bicchieri. Ogni volta che uno entra in un ufficio in IBM, non guarda mai di fronte, guarda subito a destra per vedere quanti bicchieri ci sono, per sapere con chi ha a che fare.

Ora, siccome io non volevo vivere tutta la vita mia per arrivare a  ’sei bicchieri’, ho preferito andare via"

Luciano De Crescenzo




18/07/2019, 13:19

vita segreta di maria capasso,luisa ranieri,salvatore piscicelli,napoli nel cinema,napoli



Da-oggi-al-cinema-"Vita-segreta-di-Maria-Capasso"-di-Salvatore-Piscicelli-con-Luisa-Ranieri
Da-oggi-al-cinema-"Vita-segreta-di-Maria-Capasso"-di-Salvatore-Piscicelli-con-Luisa-Ranieri
Da-oggi-al-cinema-"Vita-segreta-di-Maria-Capasso"-di-Salvatore-Piscicelli-con-Luisa-Ranieri
Da-oggi-al-cinema-"Vita-segreta-di-Maria-Capasso"-di-Salvatore-Piscicelli-con-Luisa-Ranieri


 Il nuovo film di Salvatore Piscicelli, tratto da un suo romanzo, finalmente in sala



"Vita segreta di Maria Capasso" è tratto dal romanzo omonimo, edito per l’Italia da Edizioni E/O, di Salvatore Piscicelli che ne è anche regista e sceneggiatore insieme a Carla Apuzzo. Il regista napoletano torna dietro la macchina da presa  a oltre 15 anni di distanza da "Alla fine della notte" del 2003.


Il film è una coproduzione Palomar, Zocotoco con Vision Distribution in collaborazione con Sky Cinema, MAd Entertainment S.p.A. e Banca Generali S.p.W., e da oggi, 18 luglio 2019, è nelle sale cinematografiche italiane, distribuito da Vision Distribution.


Protagonista assoluta di "Vita segreta di Maria Capasso" è Luisa Ranieri, che veste i panni di una donna intraprendente e determinata, disposta a tutto, anche a spingersi oltre la legge, per proteggere la sua famiglia e riuscire a sconfiggere le avversità, realizzando così le sue ambizioni.


Nel cast anche Daniele Russo, Luca Saccoia, Antonio De Matteo, Nello Mascia e Marcella Spina. La fotografia è di Saverio Guarna e il montaggio di Marco Guelfi e Salvatore Piscicelli. Le musiche originali sono di Manù Bandettini.


TRAMA

Rimanere integri di fronte alle difficoltà della vita o percorrere pericolose scorciatoie?

Maria (Luisa Ranieri) ha sposato giovanissima un onesto lavoratore, fa l’estetista part time e ha tre figli. La sua è una vita come tante di quelle della periferia popolare di Napoli, che nella fatica quotidiana di arrivare a fine mese ti fa abituare a tutto.


Quando al marito viene diagnosticata una malattia in fase terminale, Maria accetta l’aiuto di Gennaro (Daniele Russo), ricco proprietario di un autosalone. Da lui si lascia corteggiare fino a diventarne l’amante. Un giorno lui le propone di diventare partner in affari: trasporterà un carico di cocaina fino in Svizzera.


Una volta divenuta vedova, il legame con Gennaro la farà precipitare in un vortice criminale, che le permetterà finalmente di vivere nuove possibilità e coronare vecchi sogni. Ma la strada scelta da Maria per la sua personale rivincita lascerà dietro di sé le sue inevitabili vittime, proprio come in una guerra che non guarda in faccia nessuno.





123293
SOCIAL1SOCIAL2
facebook-64
twitter-64
Create a website